Seguici su

Economia

Elezioni europee, i contraccolpi sulle Borse: Parigi in picchiata, male anche Milano

Pubblicato

in

Monitor borsa economia pixabay

Come nelle attese, dopo l’avanzata delle destre in Europa, il nervosismo domina sui mercati. Parigi subisce più di tutti e dopo un’apertura dell’ndice CAC-40 a -0,12% il listino crolla a -2,2% con il presidente Macron che chiede elezioni anticipate. Avvio incerto per Francoforte (-0,04%), mentre Londra cede lo 0,74 per cento. La Borsa di Milano, al pari delle altre Piazze in Europa, peggiora dopo i risultati delle elezioni europee. Il Ftse Mib, già in rosso in avvio, lascia sul terreno l’1% a 34.249 punti. Maglia nera è Stellantis (-2,2%) con StM (-2%) Tim (-1,9%) e i bancari. Tra quest’ultimi Banco Bpm cede l’1,8% e Mediobanca l’1,78%. Di contro tengono Leonardo (+0,91%) e Campari con un marginale +0,14%. Si allarga lo spread tra Btp e Bund dopo la tornata elettorale e sale a 140,3 punti mentre i rendimenti, già in rialzo restano stabili sui valori dell’apertura. Quello del decennale italiano è al 4,04% e quello tedesco al 2,64 per cento.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795