Seguici su

Europa - Mondo

Mar Baltico, Russia non nega di voler ampliare i confini marittimi con Lituania e Finlandia

Pubblicato

in

Vladimir Putin pixabay

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, non ha negato la proposta del ministero della Difesa russo di modificare i confini marittimi nel Mar Baltico con Finlandia e Lituania, affermando che le tensioni nella regione richiedono misure per garantire la sicurezza nazionale. Tuttavia, una fonte diplomatica-militare russa ha dichiarato che Mosca non intende cambiare i confini marittimi. La proposta si basa su un documento del ministero della Difesa che suggerisce che le attuali coordinate geografiche non riflettono la situazione attuale.

Il ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, ha denunciato su X (ex Twitter) un’operazione russa volta a diffondere paura e incertezza nel Mar Baltico, considerandola un’escalation contro la NATO e l’UE. Vilnius ha convocato un rappresentante russo per spiegazioni. Il governo lituano ha definito la decisione di Mosca una minaccia per la sicurezza europea. Il presidente della Commissione Difesa lituana, Arvydas Pocius, ha affermato che l’obiettivo russo è intimidire gli occidentali e ridurre il sostegno a Kiev, invitando a prendere sul serio la minaccia.

Il primo ministro finlandese, Petteri Orpo, ha dichiarato di non vedere motivi di preoccupazione immediata riguardo alle intenzioni russe, aggiungendo che le autorità finlandesi monitorano costantemente la situazione e mantengono contatti diplomatici con la Russia.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795