Seguici su

Cronaca

Liguria,Giovanni Toti: “Finanziamenti da Spinelli forse anche dal 2015”

Pubblicato

in

Giovanni Toti governatore Liguria vista

“Non lo ricordo, ma è possibile. Il gruppo Spinelli ha iniziato a sostenere i miei comitati politici dal 2015 e questo rapporto è durato fino a ora. Potrebbe essere che avessi chiesto un finanziamento anche prima dell’incontro del 1 settembre 2021,” ha dichiarato il governatore della Liguria Giovanni Toti, accusato di corruzione e falso, durante l’interrogatorio con i pm Federico Manotti e Luca Monteverde. Toti ha detto di non ricordare esattamente cosa rispose Spinelli alla sua richiesta di finanziamento, ma ipotizza che gli abbia detto di fare come sempre.

Riguardo alla correlazione tra la seduta del Comitato portuale e il finanziamento, Toti ha affermato che dal suo punto di vista non c’è nessuna correlazione, sottolineando che Spinelli lo finanziava da tempo e che “era comprensibile la sua insoddisfazione, Spinelli ti ricorda sempre se puoi fare qualcosa per lui.” Toti ha ribadito che non ha percepito alcuna correlazione.

Alla domanda sul motivo della telefonata del 17 settembre 2021 a Spinelli, in cui gli ricordava che “il 28 va la tua roba, ricordati che sto aspettando una mano”, Toti ha risposto che stava solo dando una buona notizia a Spinelli e reiterando la richiesta di finanziamento, senza porre in relazione le due cose.

Secondo il verbale dell’interrogatorio, Toti avrebbe incontrato Aldo Spinelli e il figlio Roberto sia sulla barca dell’imprenditore che in Regione, per la questione della spiaggia di Punta dell’Olmo, dove Spinelli voleva realizzare un resort di lusso. Toti ha spiegato che frequentava la barca di Spinelli spesso, dato che l’imprenditore la usava per incontri. Toti non ricorda un motivo particolare per l’incontro del 1 settembre 2021, se non quello di mantenere rapporti con uno dei maggiori operatori economici portuali.

Toti ha sottolineato che l’investimento a Punta dell’Olmo, come altri simili, poteva essere sostenuto se conforme alla legge. Riguardo alla telefonata a Alessandro Bozzano, capogruppo della Lista Toti in Regione Liguria, Toti ha detto che voleva avere un quadro complessivo della situazione e che, se la normativa lo avesse permesso, sarebbe stato bene venire incontro alla richiesta di Spinelli.

Toti ha anche spiegato di voler “far allineare Carozzi sulla posizione del presidente e degli uffici istruttori” riguardo al rinnovo della concessione del terminal Rinfuse. Alla domanda sul perché chiese a Signorini di “tenerlo aggiornato” sulla pratica, Toti ha risposto che faceva riferimento a possibili problemi nel Comitato portuale.

Nel corso dell’interrogatorio, Toti ha affrontato anche il tema del suo rapporto con i fratelli Testa, ammettendo di aver chiesto espressamente voti per Ilaria Cavo. Toti ha negato qualsiasi collegamento diretto tra voti e posti di lavoro, descrivendo i Testa come assillanti nelle loro richieste.

L’avvocato Stefano Savi, difensore di Toti, ha dichiarato che il presidente ha spiegato come i finanziamenti siano avvenuti nel rispetto delle normative, sottolineando che le richieste non erano collegate ad alcun tipo di favore.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795