Seguici su

Cronaca

Detenuto in semilibertà tenta di uccidere la compagna

Pubblicato

in

Carabinieri pixabay

Prima di ferirla con un coltello, un uomo di 61 anni, già condannato all’ergastolo ma beneficiario di un regime di semilibertà, ha gettato acido sulla testa della sua compagna. L’aggressione è avvenuta ieri sera a Sorbolo Mezzani (Parma). L’uomo, originario di Napoli, è stato inseguito e fermato dalla polizia stradale e dai carabinieri ad Arezzo. Le accuse mosse contro di lui sono di tentato omicidio e lesioni. L’arresto è stato eseguito dalla procura di Arezzo, ma successivamente tutti gli atti saranno trasmessi a Parma per il proseguimento delle indagini. Fortunatamente, la donna coinvolta non è in pericolo di vita. Quando è stato bloccato, l’uomo non ha opposto resistenza ed è stato arrestato dai carabinieri. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il 61enne non è tornato in carcere come previsto, ma si è recato a casa della donna intorno alle 21 di ieri. Prima di fuggire lungo l’autostrada, avrebbe commesso l’aggressione, con il tragico epilogo di essere bloccato nelle vicinanze di Incisa Reggello, nell’area di servizio di Badia al Pino.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795