Seguici su

Cronaca

Chiesa, Card. Zuppi: “Povertà in aumento, preoccupati per lo stato di salute dell’Italia”

Pubblicato

in

Cardinale Matteo zuppi vista

Il cardinale Matteo Zuppi, presidente della Cei, ha espresso profonda preoccupazione per lo stato di salute del Paese durante la sua introduzione ai lavori della 79/a Assemblea generale dei vescovi italiani. Ha sottolineato la crescente difficoltà di uscire dalla povertà e il rafforzamento delle povertà croniche e intermittenti. Il divario generazionale si sta ampliando, con i giovani sempre più esposti a difficoltà economiche e a un crescente distacco dalla partecipazione politica e dal volontariato.

Zuppi ha riportato che il 9,8% della popolazione italiana, circa un italiano su dieci, vive in condizioni di povertà assoluta. Le stime preliminari dell’Istat per il 2023 indicano che oltre 5,7 milioni di persone, distribuite in più di 2,2 milioni di famiglie, sono in povertà assoluta. Inoltre, oltre 13 milioni di persone, pari al 22,8% della popolazione, vivono in condizioni di rischio di povertà e/o esclusione sociale, superando la media europea.

I dati ufficiali dell’Istat mostrano che nel 2023 solo il 40,2% dei giovani tra 16 e 24 anni ha partecipato ad attività politiche, rispetto al 54,5% del 2003. L’attività di volontariato tra i giovani è scesa all’8,0% dal 11,0% di venti anni fa.

Nel contesto del Cammino sinodale, Zuppi ha sottolineato l’importanza di rispondere alla domanda spirituale dei giovani e degli anziani, e ha menzionato la prossima 50ª edizione delle Settimane Sociali dei cattolici come un’occasione per favorire la partecipazione giovanile. Ha evidenziato la necessità di una legalità efficace, di promuovere azioni solidali e soluzioni inclusive per rafforzare il senso di comunità e reciproca cura.

Zuppi ha anche espresso preoccupazione per le aree interne del Paese, che potrebbero diventare luoghi di accoglienza strategica, specialmente in riferimento all’emigrazione. Ha annunciato che sette Chiese locali, insieme a organizzazioni laicali, ospiteranno 700 minori ucraini per un’estate di solidarietà, promuovendo una cultura di pace.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795