Seguici su

Tutte le notizie

Brescia, scoperta organizzazione per patenti “facili”: eseguiti 4 arresti

Pubblicato

in

Polizia pixabay

Gli agenti della Polizia Stradale di Brescia, della Polizia Provinciale e i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti individui accusati di associazione per delinquere finalizzata a ottenere in modo illegale patenti di guida di tipo B e carte di qualificazione del conducente (C.Q.C.) per la guida professionale di veicoli pesanti per conto di terzi.

Durante l’indagine, la Guardia di Finanza ha condotto accertamenti sul titolare di quattro autoscuole, sequestrando oltre 1 milione di euro. Gli accusati sono stati incriminati per associazione a delinquere, corruzione, istigazione alla corruzione e vari falsi in atti pubblici. Inoltre, è stato contestato loro il reato di sostenimento degli esami di guida tramite suggerimenti, insieme a ipotesi di estorsione ai candidati.

L’operazione ha identificato uno dei primi casi in Italia di “telefonista”, una persona che suggerisce risposte durante gli esami di guida da remoto. Gli indagati sono oltre 60. Sono in corso approfondimenti su oltre 2.000 patenti (tipo A-B-C-C.Q.C.) ottenute nel territorio bresciano da individui provenienti da tutta Italia. Sono in corso perquisizioni, condotte anche con il supporto del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata e l’utilizzo di moderne tecnologie, oltre all’impiego di due unità cinofile “cash dog” della Guardia di Finanza per la ricerca di denaro contante.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795