Seguici su

Europa - Mondo

Spagna, il primo ministro Sanchez non si dimette

Pubblicato

in

Pedro sanchez e moglie begona Gomez vista

Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha annunciato che continuerà a guidare il governo di Spagna, dopo cinque giorni di riflessione causati da una campagna diffamatoria contro sua moglie, Begoña Gómez, mossa dalla destra e dall’estrema destra. Ha comunicato la decisione al re Felipe VI, sottolineando che la questione va oltre il destino personale di un leader, riguardando il tipo di società che vogliono essere. Non ha menzionato una possibile mozione di sfiducia contro il suo governo di coalizione progressista.

Dopo l’apertura di un’inchiesta sulla presunta corruzione della moglie, Sanchez aveva postato una lettera alla cittadinanza mercoledì scorso, esprimendo dubbi sul suo futuro politico. Ha ricevuto manifestazioni di sostegno dal suo partito e da manifestanti mobilitati davanti alla sede del PSOE e al Congresso dei deputati. Sanchez ha ringraziato per il supporto e ha dichiarato che la sua decisione di rimanere rappresenta una richiesta di resistenza contro la campagna diffamatoria e di porre l’attenzione sulle vittime anziché sugli aggressori. Ha concluso dicendo che la campagna di discredito non finirà, ma può essere sconfitta.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795