Seguici su

Tutte le notizie

Inps, pensioni: nel 2023 spesa di 270 miliardi con un aumento del 6,3%

Pubblicato

in

Inps wikimedia commons

L’INPS comunica che nel 2023 è aumentata la spesa per pensioni, soprattutto a causa degli adeguamenti all’inflazione e sono cresciute le entrate contributive. Nell’anno sono stati erogati per pensioni, comprese quelle di invalidità, 269,6 miliardi di euro con un aumento del 6,34% mentre sono arrivati versamenti contributivi per 214,6 euro con un aumento del 4,44% rispetto al 2022 (+4,65% rispetto alle previsioni). Sono stati erogati per le prestazioni temporanee (come assegno unico, Naspi, bonus) 38,6 miliardi di euro (+10,16%) con una crescita del 12% per la Naspi e del 38% sull’Assegno unico introdotto però nel corso del 2022.

Nel complesso le riscossioni nell’anno ammontano a 395,86 miliardi con un aumento del 4,43% sul 2022 mentre i pagamenti sono stati pari a 396,86 miliardi con un aumento del 7,36% sul 2022. Il dato risente degli adeguamenti all’inflazione (percentuale definitiva calcolata dall’Istat all’8,1%). La spesa per prestazioni istituzionali è stata pari a 317 miliardi. Le pensioni sono state 17,8 milioni e 3,6 milioni le prestazioni per invalidità.

L’Inps rende noto anche che nell’anno, a fronte di 1.434 pensionamenti, sono state assunte 4.791 persone, portando il personale complessivo a 26.712 dipendenti (+14,63%). I lavoratori assicurati sono 26 milioni mentre le imprese assicurate sono 1,8 milioni.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795