Seguici su

Tutte le notizie

Confindustria, Pil 2024 stimato al +0,9%: “La crescita sorprende”

Pubblicato

in

Grafico in aumento

Il Centro studi di Confindustria ha rivisto al rialzo le previsioni economiche per l’Italia: nel 2023 la crescita è stata del +0,9%, con previsioni per il 2024 al +0,9% e +1,1% nel 2025. Questi dati rappresentano un miglioramento rispetto alla precedente stima del +0,5% per il 2024.

Gli economisti di Confindustria attribuiscono questo miglioramento all’aumento della domanda globale, che stimolerà l’export, e a due principali fattori di crescita: la prospettiva di tassi di interesse in calo da parte della Bce e l’attuazione del Pnrr. Tuttavia, ci sono fattori che possono frenare la crescita, tra cui il costo dell’elettricità elevato in Italia, la riduzione degli incentivi del superbonus per le costruzioni residenziali e le strozzature nei trasporti internazionali.

Il Centro studi sottolinea la necessità di riforme nel mercato elettrico, di incentivi per le energie rinnovabili e di miglioramenti nella sicurezza dei trasporti. Inoltre, gli investimenti fissi sono previsti in modesta crescita, i consumi delle famiglie sono deboli e le esportazioni torneranno a crescere, ma a un ritmo inferiore rispetto agli anni precedenti.

Il debito pubblico è previsto aumentare al 139,1% del Pil nel 2024. Nonostante ciò, l’economia italiana è proiettata su un sentiero di espansione, seppur moderato, con alcuni rischi legati a tensioni geopolitiche e conflitti militari.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795