Seguici su

Cronaca

Caso Salis, oggi nuova udienza a Budapest: minacce a legali ed amici dell’attivista

Pubblicato

in

Ilaria salis video pubblico tv

Con manette ai polsi, ceppi e catene alle caviglie, e una corda tirata da un agente come fosse un guinzaglio, Ilaria Salis, la 39enne docente milanese detenuta da 13 mesi a Budapest per l’accusa di aver aggredito tre militanti di estrema destra, è entrata in aula, ripetendo esattamente quanto accaduto durante l’udienza del 29 gennaio. In una lettera scritta a mano, Salis ha concesso il permesso alla stampa italiana di pubblicare foto che la ritraggono in manette. Oggi si tiene la seconda udienza del processo per l’attivista detenuta in Ungheria. Al loro arrivo al tribunale, un gruppo di estremisti di destra ha minacciato e insultato il gruppo composto da legali e amici di Salis, dicendo frasi come “Stai zitto o ti spacco la testa”. L’avvocato Eugenio Losco ha riferito di essere stato minacciato e insultato da questa quindicina di persone italiane. Tra coloro che sono stati minacciati c’erano anche Zerocalcare e esponenti di Giuristi Democratici.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795