Seguici su

Sport

Sofia Goggia, dopo la caduta operata a tibia e malleolo: sta bene ma la stagione è finita

Pubblicato

in

Sofia goggia vista

Sofia Goggia è stata operata “con successo” per la riduzione “di una frattura articolare scomposta pluriframmentaria del pilone tibiale destro”, e dovrà stare ferma per 40 giorni prima di cominciare la parte più attiva della fisioterapia.
Lo fa sapere la Fisi, dopo la caduta in allenamento a Ponte di Legno. “Un altro infortunio che interrompe la mia rincorsa ad una nuova Coppa del mondo di discesa – ha dichiarato la sfortunata campionessa bergamasca prima di entrare in sala operatoria -, ma anche stavolta saprò rialzarmi”. La sciatrice bergamasca era caduta  durante un allenamento, sulla pista di Temù, in provincia di Brescia, riportando la frattura della tibia e del malleolo.

La Goggia dopo l’incidente è stata trasferita in eliambulanza all’ospedale di Milano, dove nel pomeriggio è stata operata alla Clinica la Madonnina. L’operazione, informa la Federsci, è perfettamente riuscita, all’atleta è stata applicata una placca con sette viti. La sciatrice era impegnata nel terzo giro del primo giorno di allenamento sulla pista Casola Nera di Pontedilegno e mentre affrontava una curva verso destra, il suo sci destro è rimasto impigliato in una porta, provocandone la caduta.
la campionessa, secondo i presenti sulla pista Casola di Pontedilegno, era apparsa tranquilla subito dopo la caduta; immediato l’intervento del soccorso alpino. Una volta tolto lo scarpone Goggia avrebbe pianto. “Dispiace sempre quando si fa male un atleta – ha commentato il presidente della Fisi, Flavio Roda – Sofia, in particolare era in un momento molto positivo: forte nella velocità e migliorata anche in gigante. E’ un vero peccato, questo infortunio. Speriamo si risolva nel miglior modo possibile”.

La stagione di Coppa del Mondo di sci per Sofia Goggia può considerarsi di fatto terminata. In attesa dell’esito dell’operazione e della prognosi precisa, secondo i protocolli medici la rottura di tibia e malleolo comporta uno stop di 4 mesi: diverse settimane di riposo e, successivamente, altre di riabilitazione. Difficile dunque che la sciatrice italiana possa conservare il titolo di campionessa nella discesa libera.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795