Seguici su

Europa - Mondo

Precipita aereo militare russo, l’Ucraina: siamo stati noi

Pubblicato

in

Aereo militare Russia Ilyushin Il-78 Midas

Il ministero della Difesa di Mosca ha confermato che un aereo da trasporto militare Ilyushin Il-76 è precipitato stamane nella regione di Belgorod, confinante con l’Ucraina, e che a bordo si trovavano 65 prigionieri di guerra ucraini che dovevano essere liberati nell’ambito di uno scambio. A bordo si trovavano anche 6 membri dell’equipaggio e 3 “accompagnatori”. Lo riferisce l’agenzia Ria Novosti. Vyacheslav Volodin, il presidente della Duma, la camera bassa del Parlamento russo, ha accusato gli ucraini di avere abbattuto il velivolo che secondo Mosca trasportava 65 prigionieri di guerra ucraini che dovevano essere scambiati con prigionieri russi. Lo riferisce l’agenzia Ria Novosti. Secondo il presidente della commissione Difesa della Duma, Andrei Kartapolov, l’aereo è stato abbattuto da “tre missili, o Patriot oppure Iris-T”, i primi di fabbricazione americana e i secondi di fabbricazione tedesca.

L’abbattimento dell’aereo da trasporto militare russo Il-76 è opera delle forze armate ucraine: lo riferisce ai media ucraini lo stato maggiore di Kiev, secondo cui l’aereo trasportava missili verso basi “da dove i russi spesso attaccano Kharkiv e la regione”. Secondo Rbc Ucraina, i russi ammettono che l’aereo è precipitato ma forniscono una “loro versione secondo cui a bordo c’erano 65 militari ucraini catturati”, oltre a sei membri dell’equipaggio e altri tre militari.
Andrei Kartapolov, il capo della commissione Difesa della Duma, la camera Bassa del Parlamento russo, ha detto che oggi era in programma uno scambio di 192 prigionieri ucraini e altrettanti russi, e che 65 degli ucraini si trovavano sull’aereo che lo stesso Kartapolov afferma essere stato abbattuto dalle forze di Kiev. Kartapolov aggiunge che l’Ilyushin era seguito da un altro aereo con a bordo circa altri 80 prigionieri ucraini, che dopo l’abbattimento del primo velivolo ha invertito la rotta ed è tornato indietro.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795