Seguici su

Politica

La kermesse di ID a Firenze, Salvini: “Dico ai nostri alleati che in Europa dividersi sarebbe fatale”

Pubblicato

in

Matteo Salvini vista

É iniziata con l’intervento di Marco Zanni, europarlamentare della Lega e presidente del gruppo Identità e Democrazia,  la convention ‘Free Europe’ organizzata da Id alla Fortezza da Basso a Firenze. Sono in programma gli interventi dei rappresentanti di 12 delegazioni straniere dei partiti alleati della Lega in Europa, tra le quali quella di Marine Le Pen che ha inviato un videomessaggio e del leader olandese Geert Wilders che ha vinto le ultime elezioni nel suo paese.
“Oggi è una giornata bellissima in una citta straordinaria e una di quelle giornate che credo possano fare la storia, perché per la prima volta nelle istituzioni europee un’altra Europa è possibile senza guida socialista e con un centrodestra che sta governando in Italia e che sia alla guida dell’Europa”. Queste le parole del leader della Lega, Matteo Salvini.

il vicepremier ha ribadito che qui a Firenze sarà espressa una idea di Europa “fondata sul lavoro e non sull’auto elettrica o sulla tassa sulla casa. Un’idea totalmente diversa rispetto a quella della von der Leyen, di Lagarde e Soros, l’Europa dei banchieri”. Salvini ha detto che “oggi c’è il primo partito di Francia, di Olanda, di Austria, del Belgio, il secondo partito di Germania e un partito di governo italiano. Non siamo un cantiere nero, anzi c’è un’onda blu. I dati ci dicono che oggi siamo la quarta forza politica al Parlamento europeo. L’obiettivo è di arrivare ad essere la terza, ed essere determinanti. Offriamo il nostro contributo”. E Il rumeno George Simion, che ha annunciato di voler lasciare Id per i conservatori “però oggi è qua – ha aggiunto il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture -. Oggi non ci sono alcune delegazioni ed alcuni paesi che ci hanno chiesto di poter aderire a Identità e democrazia. E’ un percorso. Si vota a giugno e conto che cresceremo ancora. Ci sono almeno tre nazionalità che si aggiungeranno alla nostra delegazione”.
Secondo Salvini, inoltre, il leader di forza Italia Antonio Tajani sbaglia a dire che non si alleerà mai con Afd e con Marine Le Pen. “Mi spiacerebbe che qualcuno di centrodestra preferisse la sinistra ad alleati di centrodestra – ha aggiunto il leader leghista – Io posso dire che chi sceglierà la Lega in Europa sceglie l’alternativa a sinistra. Quindi rinnovo l’invito al centrodestra in Italia a essere unito in Europa, poi non posso imporre niente controvoglia a nessuno”.
“Oggi non c’è un’alleanza politica e partitica ma un sentimento di amicizia: su questo palco si sono alternati leader che come in una storia d’amore e professionale, conoscono alti e bassi. E’ accaduto in Francia, in Olanda, in Italia. Ma Identità e democrazia c’è e sarà determinante in Europa perché nessuno ha mai abbandonato un amico momentaneamente in difficoltà, troppo facile allearsi solo con chi vince”, ha detto ancora Salvini chiudendo la convention dei sovranisti e partiti alleati della Lega in Europa in corso a Firenze. “La lega c’è, vince e vincerà, alla faccia di chi ci ha augurato la fine più di una volta’

A margine dell’evento, Salvini ha commentato anche l’intervista a La Stampa di Gentiloni, secondo il quale l’accordo sul Patto è possibile e necessario: “Leggevo l’intervista di Gentiloni che già prepara il rinnovo dell’inciucio popolari-socialisti. Oggi presentiamo agli italiani e a tutti gli europei un’idea di Europa diversa. L’Europa dei diritti contro l’Europa dei tagli, dei Soros. La Lega offre questa possibilità agli italiani e agli europei. Se qualcuno preferisce continuare a inciuciare con i socialisti lo faccia. non posso mica impedirglielo”.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795