Seguici su

Tutte le notizie

Guerra in medio oriente, Egitto: la tregua entrerà in vigore domani. Telefonata tra Biden ed Al-Sisi

Pubblicato

in

Al-Sisi Egitto

Il capo dell’Ufficio stampa del governo egiziano, Rashwan, ha affermato, sul sito ufficiale del Governo che  “La tregua, con tutte le sue condizioni, entrerà in vigore domani, venerdì. Le comunicazioni e le consultazioni egiziane continuano con tutte le parti riguardo alla tregua concordata nella Striscia di Gaza”. Ciò su cui ci si sta attualmente consultando “sono le procedure esecutive dettagliate che entrambe le parti dell’accordo dovranno implementare e rispettare”.

Fonti del governo sostengono che l’Egitto è in contatto con tutte le parti per raggiungere una accordo su come attuare la tregua concordata e su come effettuare lo scambio tra ostaggi e prigionieri. Ieri il presidente  Al-Sisi aveva ricevuto una telefonata dal presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Il portavoce della presidenza, Ahmed Fahmy, ha affermato che i due presidenti hanno sottolineato la “solida e ferma partnership strategica” tra Egitto e Stati Uniti e hanno affermato l’impegno a “farla crescere ulteriormente in tutti i campi”. Il presidente Biden, come riferito dal portavoce egiziano, “ha voluto esprimere la sua gratitudine al presidente Al-Sisi per il ruolo svolto dall’Egitto nella mediazione congiunta che ha portato ad una tregua umanitaria nella Striscia di Gaza. Il presidente Biden ha apprezzato gli sforzi egiziani per rafforzare la sicurezza e la stabilità regionale e ha sottolineato il rifiuto categorico degli Stati Uniti allo sfollamento forzato dei palestinesi da Gaza ai territori egiziani”.
Al-Sisi, da parte sua, ha sottolineato che “gli sforzi egiziani derivano dalla volontà dell’Egitto di porre fine allo spargimento di sangue e di raggiungere la stabilità nella regione”. Ha poi affermato la necessità di sfruttare l’attuale tregua umanitaria per raggiungere un cessate il fuoco duraturo e fornire le quantità necessarie di aiuti umanitari e carburante in tutta la Striscia. I Presidenti hanno insistito sulla “necessità vitale di lavorare per una soluzione politica alla questione palestinese, basata sulla soluzione dei due Stati ed hanno concordato “di continuare il coordinamento e le consultazioni tra le due parti in modo da sfruttare l’attuale tregua per rafforzare la sicurezza e la stabilità nella regione”.

CLICCA PER COMMENTARE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GLI ARTICOLI PIU' LETTI

©2020 Joint Srl · p.i. 03293900795